Una carrozzina è un ausilio tecnico alla mobilità personale che facilita gli spostamenti di una persona costretta a mantenere la posizione seduta. Le sedie a rotelle sono un ausilio davvero indispensabile per chi soffre di problemi di mobilità in quanto compensano l’incapacità o la difficoltà a camminare dell’utilizzatore riducendone o evitandone completamente l’affaticamento. Per scegliere la carrozzina più adatta alle proprie esigenze, è necessario prendere in considerazione diversi fattori.

Il tipo di sedia a rotelle

Carrozzina attiva o passiva

Le carrozzine attive, o ad autospinta, sono quelle che garantiscono maggiore autonomia all’utilizzatore. La persona può muoversi in autonomia grazie alle due ruote posteriori grandi, definite appunto ad autospinta, dotate di un anello corrimano che permette all’utilizzatore di spingersi autonomamente.

Al contrario, le cosiddette sedie “passive” devono essere manovrate da un accompagnatore e sono per questo destinate al trasporto di persone disabili che non hanno la forza o le capacità fisiche per usare una carrozzina ad autospinta.

Carrozzina elettrica o manuale

Le carrozzine elettriche offrono maggiore comfort e indipendenza e facilitano gli spostamenti dell’utilizzatore. Grazie alla loro capacità di movimento autonomo, permettono di superare facilmente ostacoli come le soglie d’ingresso senza sforzi. Queste sedie oggi hanno una struttura solida ma leggera e facilmente manovrabile. Le carrozzine elettriche possono essere dotate di vati accessori come joystick o comandi alternativi e adattabili alle esigenze di chi le deve utilizzare.

Le sedie a rotelle manuali possono essere usate dalle persone che hanno ancora una certa mobilità degli arti superiori o sono adatte per muoversi in casa in piccoli spazi o per chi non effettua grandi spostamenti c he richiedano una motorizzazione elettrica.

Carrozzine verticalizzanti

Sono particolari sedie a rotelle che permettono alle persone con difficoltà motorie non solo di spostarsi, ma anche di raggiungere la posizione eretta che, non solo permette di afferrare oggetti posti in cima a mobili e scaffali e di trovarsi alla stessa altezza dei propri interlocutori, cosa che giova all’interazione sociale e al benessere psicologico dell’utilizzatore, ma, la posizione eretta, migliora anche la respirazione, la digestione, il transito urinario e l’equilibrio cardiovascolare dell’utilizzatore.

Sedie a comoda

La sedia comoda wc è un presidio medico indispensabile per chi ha problemi motori, inclusi gli anziani. La sedia water dona comfort e serenità a chi è impossibilitato a compiere i più semplici gesti quotidiani in autonomia. Le persone con difficoltà di deambulazione ricorrono alla carrozzina comoda wc perché, grazie alla sua struttura, possono appagare in autonomia le loro esigenze fondamentali.

La sedia wc per disabili e anziani ha la struttura di una sedia tradizionale ed è solitamente dotata di cuscini e rivestimenti in materiale lavabile: essa include, all’interno della sua struttura, un vero e proprio wc.

Fattori che influenzano la scelta della tipologia di carrozzina

Il tempo di utilizzo quotidiano della sedia: le persone a mobilità ridotta che trascorrono la maggior parte del loro tempo sulla sedia a rotelle dovranno scegliere un modello di carrozzina la cui seduta sia particolarmente comoda grazie ad un cuscino e dotata di accessori che aumentino il confort, come braccioli, poggiatesta, poggiapiedi, tavolino sagomato.

L’utilizzo all’interno o all’esterno della casa: la maggior parte delle carrozzine può essere utilizzate sia all’esterno che all’interno dell’abitazione. Alcune, però, sono progettate per usi specifici e quindi realizzate con caratteristiche che si adattano solo ad ambienti chiusi o aperti. Ruote piccole e strutture maneggevoli sono pensate per carrozzine da utilizzare prevalentemente in ambienti domestici. Di contro, strutture più resistenti e ruote larghe sono caratteristiche di carrozzine adatte per un uso all’esterno.