Cause e rimedi dell’incontinenza leggera

L’incontinenza urinaria è una condizione caratterizzata dalla perdita involontaria di urina che colpisce soprattutto le donne per via della conformazione del loro apparato genitale.

L’origine di tale evento è da ricercare in una probabile disfunzione del pavimento pelvico, l’area del bacino in cui, il complesso intreccio tra ossa, muscoli e nervi può alterarsi creando le condizioni favorevoli per l’incontinenza.

Tipologie di incontinenza urinaria

L’incontinenza urinaria è una disfunzione che si può manifestare per diverse cause e in diverse forme:

  • per lo stress: quando la perdita di urina è causata da uno stimolo come un colpo di tosse, uno starnuto, un improvviso scoppio di riso, uno sforzo, che esercita una pressione sulla vescica.
  • da urgenza: caratterizzata da una improvvisa esigenza di urinare causata da una contrazione imprevista e incontrollabile della vescica che rende impossibile trattenere lo stimolo.
  • per rigurgito o ostruttiva (o iscuria paradossa): si caratterizza per il riempimento della vescica, anche in eccesso e nella difficoltà a svuotarlo completamente durante la minzione.
  • L’incontinenza funzionale: una perdita di urina causata da un disturbo cognitivo o fisico non associato al controllo della minzione. Ad esempio, una persona affetta da demenza dovuta a morbo di Alzheimer potrebbe non riconoscere l’urgenza di urinare o potrebbe non sapere dove si trova la toilette. Le persone costrette a letto potrebbero non essere in grado di recarsi alla toilette o di raggiungere la padella.

Quali sono le cause dell’incontinenza urinaria?

Le cause dell’incontinenza sono di varia origine; nelle donne ad esempio, i profondi cambiamenti fisici e ormonali dovuti a gravidanza e menopausa risultano essere tra le maggiori cause. Anche interventi chirurgici come l’isterectomia possono creare cambiamenti così significativi da un punto di vista anatomico e fisiologico nella zona pelvica da determinare questo fenomeno.

Anche le infezioni del tratto urinario vengono annoverate tra le maggiori cause di incontinenza. Negli uomini spesso si riscontra una cistite interstiziale, dovuta a problemi legati alla prostata che può essere il campanello d’allarme per una futura incontinenza.

L”incontinenza da urgenza può essere causata ancora dalla presenza di calcoli, da problemi intestinali, stipsi, patologie che alterano la funzionalità nervosa come il Parkinson, l’Alzheimer, l’ictus, da lesioni o danni al sistema nervoso.

In altri casi la mancanza di controllo della vescica può derivare dai danni ai nervi causati da diabete, sclerosi multipla o lesioni del midollo spinale.

Segnali d’allarme

L’incontinenza urinaria generalmente non indica un disturbo potenzialmente pericoloso per chi ne soffre; può tuttavia causare imbarazzo o costringere le persone a limitare le attività quotidiane, contribuendo a un declino della qualità della vita.

Nelle persone con incontinenza urinaria, determinati sintomi e caratteristiche possono essere fonte di preoccupazione. Alcuni di questi sintomi sono debolezza delle gambe o perdita di sensibilità delle gambe o della zona attorno ai genitali o all’ano spesso associati ad un danno al midollo spinale

In presenza di segnali di allarme è necessario rivolgersi ad un medico.

E’ utile rivolgersi al medico anche in presenza solo del sintomo dell’incontinenza in quanto, un tempestivo trattamento, potrebbe migliorare la qualità della vita quotidiana.

L’incontinenza peggiora considerevolmente la qualità della vita, causando imbarazzo, isolamento e depressione. L’incontinenza è spesso il motivo per cui gli anziani ricorrono alle strutture di degenza a lungo termine. L’urina irrita la pelle, contribuendo alla formazione di piaghe da decubito nelle persone costrette a letto o sulla sedia a rotelle. Gli anziani con incontinenza da urgenza hanno un rischio maggiore di cadere e di procurarsi fratture mentre si affrettano a recarsi alla toilette.

Come alleviare il problema

Attenuare gli effetti dell’incontinenza, soprattutto quella leggera è possibile mediante l’utilizzo di opportuni sistemi assorbenti che variano a seconda della gravità dell’incontinenza.

Spesso tali sistemi sono visibili ed ingombranti creando difficoltà nello svolgimento delle attività quotidiane.

Oggi esistono vere e proprie mutandine assorbenti, del tutto uguali al normale intimo che si indossa quotidianamente ma dotate di un nucleo ad elevata assorbenza che cattura rapidamente le perdite e neutralizza gli odori indesiderati per una discrezione ottimale e una protezione dalle perdite urinarie moderate.

La forma è studiata per rimanere nella corretta posizione, offrendo elevata protezione, comfort e discrezione pur assicurando traspirabilità e comodità. Il tessuto è inoltre pensato per adattarsi perfettamente alle forme del corpo per una totale discrezione.

 

Tena Silhouette

La soluzione discreta per l’incontinenza leggera


ARTICOLI CORRELATI

INCONTINENZA URINARIA - WIKIPEDIA