Una pratica guida per conoscere e prevenire le infezioni del tratto urinario e mantenere sana la tua vescica

Le infezioni del tratto urinario rappresentano un problema comune e una fonte di preoccupazione per molti utilizzatori di catetere. Non è chiaro quale sia l’esatta causa delle infezioni del tratto urinario e, sebbene sia possibile adottare vari accorgimenti pratici per ridurre il rischio di contrarre tali infezioni, è sempre consigliabile  consultare un medico se si contrae un’infezione o in caso di dubbi.

Abbiamo pensato di raccogliere alcuni consigli utili per prevenire eventuali infezioni

Che cos’è un’infezione del tratto urinario?

Un’infezione del tratto urinario viene diagnosticata solo quando sono presenti batteri nell’urina e l’utilizzatore soffre di uno o più dei seguenti sintomi:

  • Febbre/sudorazione
  • Dolore durante la minzione
  • Aumento della frequenza della minzione
  • Aumento dello stimolo di urinare
  • Dolore al fianco (area al di sotto delle costole e al di sopra del bacino)
  • Brividi e aumento degli spasmi muscolari lungo il corpo e alla vescica
  • Urina di colore scuro e dall’odore intenso
  • Urina torbida/sanguinolenta

Nella maggior parte delle persone, l’urina è sterile (priva di germi o batteri) e comunque la presenza di batteri nel tratto urinario non causa necessariamente un’infezione. Tuttavia, se i batteri crescono e si moltiplicano fino a raggiungere un certo livello, possono causare un’infezione e richiedere un trattamento medico.

Chiunque può contrarre un’infezione del tratto urinario, ma gli utilizzatori di cateteri sono particolarmente esposti a questo tipo di rischio. Le donne tendono a contrarre maggiormente le infezioni poiché l’uretra (il dotto in cui transita l’urina) femminile è più breve rispetto a quella maschile e favorisce pertanto l’accesso dei batteri all’interno della vescica.

Come funziona la vescica?

Comprendere come funziona una vescica sana è importante, poiché si tratta del processo che gli operatori sanitari cercano di riprodurre attraverso l’utilizzo del catetere.

La vescica è situata nel tratto urinario inferiore, insieme agli sfinteri uretrali (muscoli di chiusura) e all’uretra (il dotto che trasporta l’urina dalla vescica all’apertura esterna). La vescica contiene l’urina fino a quando viene trasportata fuori dall’organismo dall’uretra.

Se la vescica funziona correttamente, si avverte il bisogno di recarsi alla toilette quando la vescica è parzialmente piena e si ha dunque la possibilità di decidere se urinare o meno. La minzione è idealmente un’attività controllata e volontaria, e la chiave della salute vescicale consiste in uno svuotamento regolare e completo.

L’attività della vescica è regolata dal cervello e dal sistema nervoso. La rete dei muscoli della vescica è dotata di recettori di stiramento, che rispondono non appena la vescica inizia a riempirsi di urina. Di solito, quando una persona avverte il bisogno di urinare, la prima reazione è di contrarre i muscoli dello sfintere. I muscoli così contratti sollevano il pavimento pelvico, in modo da trattenere l’urina all’interno dell’organismo fino al momento in cui la persona ha la possibilità di urinare. Una volta giunto il momento giusto, il cervello invia un messaggio di risposta, confermando il rilascio di urina.

Le persone dovrebbero urinare idealmente 4-8 volte al giorno e, per ridurre al minimo il rischio di infezioni del tratto urinario, è importante svuotare completamente la vescica, in quanto l’urina rimasta all’interno può causare infezioni.

Se non riesci a svuotare la vescica naturalmente, dovrai farlo utilizzando un catetere. Se utilizzi un catetere intermittente, devi cateterizzare tutte le volte indicate dal tuo medico, generalmente 4-6 volte al giorno.

Proviamo a raccogliere alcuni utili suggerimenti al fine di conoscere e prevenire le infezioni del tratto urinario:

Mantieni una buona igiene personale

Le infezioni urinarie possono comparire nel momento in cui i batteri, probabilmente residui da un lavaggio improprio delle mani o presenti in prossimità dell’apertura uretrale, vengono introdotti nel tratto urinario durante il cateterismo.

Ecco perché è importante lavarsi le mani con acqua e sapone prima di pulire con cura l’area circostante l’apertura uretrale o l’uretra, prima dell’inserimento del catetere intermittente. In mancanza della possibilità di usare acqua e sapone, va bene anche utilizzare un disinfettante mani. Inoltre, occorre fare attenzione all’igiene personale dopo la minzione o dopo un movimento intestinale (ad esempio, pulirsi da davanti a dietro, in modo che i batteri dall’area anale non vengano introdotti all’interno dell’apertura uretrale o dell’uretra).

Svuota la vescica in modo regolare e completo

Ogni volta che ti cateterizzi, rimuovi l’urina contenuta nella vescica insieme a tutti i batteri che potrebbero essere presenti al suo interno. Ecco perché è importante creare un flusso regolare attraverso la vescica, così da “svuotarla” dai liquidi ingeriti durante la giornata. Il mantenimento di una routine di cateterismo può quindi contribuire a prevenire le infezioni del tratto urinario.

In caso di cateterismo la vescica va svuotata completamente, tutte le volte raccomandate dal  medico, generalmente 4-6 volte al giorno.

Bevi 6-8 bicchieri di liquidi ogni giorno

Ognuno di noi ha bisogno di ingerire liquidi ogni giorno per mantenersi in salute. La dose giornaliera raccomandata quasi per tutti è di 6-8 bicchieri al giorno. L’acqua è la scelta ideale. Le bevande contenenti caffeina (cola, caffè, tè e alcune bevande energetiche) e dolcificanti artificiali sono note irritanti per la vescica e potrebbero dover essere ridotte al minimo.

Usa un catetere sterile ogni volta che ti cateterizzi

Per prevenire le infezioni del tratto urinario, ti consigliamo di utilizzare un catetere nuovo, sterile e ben lubrificato ogni volta che ti cateterizzi. Un catetere rivestito (con rivestimento idrofillico o prelubrificato) può contribuire a ridurre l’attrito durante l’inserimento e la rimozione, rendendo il cateterismo più comodo e confortevole.

Scegli un catetere adatto al tuo stile di vita

Stili di vita o attività quotidiane differenti talvolta richiedono diverse soluzioni di cateterismo intermittente. Sono disponibili numerose varianti di catetere: cateteri di lunghezza standard, cateteri compatti che possono essere trasportati in borsa o in tasca e set che includono catetere e sacca di raccolta dell’urina.

Trovare il catetere giusto è una scelta molto personale, e il migliore potrebbe non essere il primo provato. La ricerca mostra che essere soddisfatti della soluzione di catetere scelta è fondamentale per seguire il proprio programma di cateterismo e mantenere, quindi, una buona salute vescicale.

Ricorda: anche la tua salute generale è importante

I consigli contenuti in questa guida hanno lo scopo di rispondere ad alcune delle domande più comuni sulle infezioni del tratto urinario, al fine di ridurre al minimo il rischio di contrarne una.

Tuttavia, è importante anche mantenere uno stato di buona salute generale. Dormendo a sufficienza, mangiando sano e praticando attività fisica regolarmente, rafforzerai il tuo sistema immunitario e aumenterai le tue possibilità di prevenire le infezioni del tratto urinario.

Non dimenticare di seguire i nostri suggerimenti anche quando sei fuori casa

È importante attenersi al proprio programma di cateterismo anche quando si è fuori casa. Tuttavia, trovandosi in un ambiente a cui non si è abituati, potrebbe essere difficile mantenere la solita routine. Essere pienamente preparati per qualsiasi evenienza può aiutare a superare tali difficoltà. Prova a preparare in anticipo un kit contenente tutto ciò di cui hai bisogno.

Ti indichiamo di seguito alcune cose utili da inserire nel tuo kit: cateteri , intimo di ricambio, gel detergente per le mani, fazzolettini di carta, salviette umidificate, specchietto portatile (per la donna) e sacchetti per eventuali rifiuti.

Conoscere e prevenire le infezioni del tratto urinario è fondamentale per tutti gli utilizzatori di catetere. Sul mercato sono disponibili tutti i prodotti necessari a tale scopo, a partire da cateteri specificamente sviluppati per l’utilizzo fuori casa, come i cateteri con guide protettive o i cateteri con sacche integrate e svuotabili.

 

 

Fonte: www.coloplast.it