Per le persone che soffrono di problemi di circolazione sanguigna, l’arrivo del caldo estivo rappresenta un problema particolarmente importante. La scarsa circolazione si ripercuote soprattutto su gambe e caviglie che maggiormente soffrono dell’aumento della temperatura gonfiandosi e provocando dolore.

I motivi per i quali indossare le calze a compressione graduata sono molti, soprattutto in estate, a causa del caldo. Anche se può sembrare poco indicato, l’utilizzo di collant e calze compressive in estate, è l’ideale per prevenire problemi alle gambe e per questo in estate il periodo nel quale andrebbe intensificato l’uso dei collant compressivi.

Innanzitutto è bene seguire uno stile di vita sano ed equilibrato. Ecco qualche consiglio valido per tutti:

  • Bere molta acqua fin dal risveglio per idratare i tessuti e  ridurre il gonfiore e la ritenzione idrica
  • Tenere le gambe sollevate per aiutare la circolazione sanguigna che, con il caldo e la forza di gravità, tende a ristagnare verso il basso
  • Assumere integratori per stimolare la circolazione e rinforzare le pareti venose. Tra i supplementi più indicati troviamo quelli a base di estratto di foglie di vite rossa. L’assunzione regolare di flavonoidi, ottenuti tramite estrazione delle foglie di vite rossa, contribuisce a migliorare la funzionalità del microcircolo (pesantezza delle gambe), ha potere antiossidante e regola la funzionalità dell’apparato cardiovascolare. E’ importante assumere gli integratori già dalla primavera in modo da arrivare in estate in un
  • Muoversi regolarmente per stimolare la circolazione sanguigna attraverso lunghe passeggiate evitando le ore più calde.
  • Cercare di tenere le gambe fresche attraverso docciature fredde a fine giornata.

Quando abbiamo bisogno delle calze a compressione graduata?

I sintomi dell’insufficienza venosa e in generale delle patologie circolatorie sono svariati: senso di pesantezza, gonfiore, formicolio, prurito, crampi. Questi fastidi sono comuni sia a chi soffre di patologie vere e proprie, sia a chi, durante il giorno, passa molte ore in piedi o seduto in ufficio.

In particolare poi, il disturbo del circolo venoso periferico viene acuito proprio dal caldo estivo, che provoca vasodilatazione.

La vasodilatazione è il fenomeno in cui le vene e i capillari di gambe e caviglie si gonfiano e, poiché la pressione necessaria per spingere il sangue verso l’alto non è sufficiente, il lavoro di pompaggio viene rallentato.

Si potrebbero dunque avere dei ristagni ematici e linfatici nei piedi, che spesso si gonfiano così tanto da non poter più entrare nelle scarpe. Nelle donne questo problema peggiora ancor di più inestetismi come ritenzione idrica e cellulite.

Le calze a compressione graduata sono la risposta ideale a questo problema. Grazie alla contro-pressione generata lungo la gamba il sangue viene spinto a risalire fino al cuore. Se indossate con continuità costituiscono un valido aiuto per contrastare i ristagni di liquidi causa di gonfiori, cellulite e ulcere vascolari.

Quando si cammina in periodi caldi come l’estate, o durante la pratica sportiva, la muscolatura tende a spingere il sangue verso il basso, ciò negli arti inferiori provoca l’accumulo di liquidi. Per questo è importante utilizzare calze o gambaletti compressivi che aiutino a mantenere la circolazione attiva anche nelle gambe.