L’Acido Ialuronico è una sostanza naturalmente prodotta dall’organismo umano ed è un componente fondamentale della pelle e dei tessuti connettivi del nostro corpo. A livello cutaneo, la sua presenza garantisce elasticità, morbidezza, luminosità e idratazione alla pelle del viso e del corpo, e la protegge dai danni provocati da fattori esterni e dallo stress fisico. La sua presenza a livello articolare agevola la fluidità del movimento: consente, ad esempio, di mantenere in salute le ginocchia e, inoltre, riduce le infiammazioni e potrebbe prevenire la comparsa di malattie degenerative come l’osteoartrosi.

A cosa serve?

Le funzioni biologiche dell’acido ialuronico sono numerose: tra le principali vi è il mantenimento della viscoelasticità del liquido dei tessuti connettivi come, ad esempio, il liquido sinoviale articolare e umor vitreo e il controllo dell’idratazione tissutale e del trasporto dell’acqua. L'acido ialuronico è infatti noto per le sue proprietà idratanti. le sue molecole infatti sono in grado di trattenere grandi quantità d'acqua. Oltre alle proprietà idratanti, questa sostanza ha la capacità di alleviare irritazioni e rossori, favorire la cicatrizzazione dei tessuti e di intervenire sull’invecchiamento della pelleInoltre, l’acido ialuronico conferisce alla pelle turgore e volume, permettendone la resistenza e il mantenimento della forma.

L’acido ialuronico viene inoltre utilizzato per facilitare la riepitelizzazione delle lesioni cutanee. In particolare, in presenza di una lesione acuta o di tipo cronico (come le lesioni con continue recrudescenze), contribuisce alla corretta idratazione della pelle, creando le condizioni adatte alla sua riepitelizzazione. Infatti, in presenza di danni a livello cutaneo, l’organismo accelera la sintesi di questa molecola per accelerare la pronta rimarginazione della ferita. L’acido ialuronico, ad azione idratante, crea un ambiente favorevole al processo di riepitelizzazione, consentendo la rimarginazione e lenendo irritazioni e gli arrossamenti.
L’utilizzo dell’acido ialuronico per via topica rappresenta dunque uno dei rimedi utilizzabili in presenza di lesioni della pelle. Agisce anche sulle pelli sensibili e nel trattamento di lesioni cutanee.
L’acido ialuronico viene applicato a livello della pelle lesionata ed è presente in diverse formulazioni, come creme, gel e spray. Il suo effetto benefico è dovuto al mantenimento del giusto grado di idratazione della pelle, favorendone la riepitelizzazione in caso di piaghe, ustioni o ferite.

Acido Ialuronico e Argento per la cura delle ferite infette

L’infezione è una delle principali cause di rallentamento della riepitelizzazione delle ferite.
L'argento è un prezioso alleato per la prevenzione e il trattamento delle ferite infette. E' un antibatterico che protegge la cute lesionata dalla contaminazione batterica.

L’azione antimicrobica dell’argento dipende dalla quantità rilasciata nella sede della ferita e dalla sua interazione con le membrane cellulari batteriche o fungine. L’argento ionico è in grado di inibire la crescita dei patogeni in maniera rapida, agendo su diversi meccanismi batterici:

  • danneggia la struttura e la funzionalità delle pareti cellulari batteriche, depositandosi sulla superficie dei microrganismi sotto forma di granuli;
  • inibisce le principali funzioni fisiologiche delle cellule batteriche, interferendo con i suoi enzimi vitali;
  • inibisce il meccanismo di duplicazione del DNA batterico, fondamentale per la proliferazione dei patogeni;
    è responsabile della produzione di specie reattive dell’ossigeno (ROS) che danneggiano la struttura cellulare dei microrganismi;
  • previene la colonizzazione e l’infezione della ferita da parte dei microrganismi, che possono provocare seri problemi nel processo di riepitelizzazione.

L'utilizzo di creme con Argento e Acido Ialuronico permette da un lato di prevenire e/o curare le infezioni e dall'altro di prendersi cura della lesione.

L’argento ionico è anche disponibile in formulazione spray. Il vantaggio di questo tipo di somministrazione è dato dal fatto che lo ione bioattivo aderisce all’area trattata senza scivolare via e può essere rimosso facilmente con l’utilizzo di una soluzione fisiologica. Le formulazioni in spray che associano all’argento ionico anche la zeolite, infine, hanno ulteriori caratteristiche assorbenti e antiemorragiche. Ciò permette di ottenere un ulteriore controllo dei fluidi liberati.

 

BIBLIOGRAFIA