La scala di Norton è stata la prima scala di valutazione del rischio di insorgenza di lesioni da decubito ed è stata creata nel 1962, partendo dall'osservazione di 600 pazienti. Per la sua semplicità e per la sua rapidità è la più usata al mondo. 

La scala di Norton esamina 5 parametri:

- condizioni fisiche

- stato mentale

- deambulazione

- mobilizzazione

- incontinenza

Ciascun parametro è ulteriormente suddiviso in cinque sottoparametri a cui viene assegnato un punteggio da 1 a 4, la cui somma costituisce l'indice di rischio: tanto minore è il punteggio, tanto peggiore è la situazione.

 

PARAMETRI

1

2

3

4

CONDIZIONI GENERALI 

pessime

scadenti

discrete

buone

STATO MENTALE

stuporoso 

confuso

disorientato

lucido

DEAMBULAZIONE

allettato 

costretto su sedia

cammina con appoggio

normale   

MOBILIZZAZIONE

immobile

molto limitata

leggermente limitata

normale

INCONTINENZA

doppia

solo urina

occasionale

normale

 

La scala di Norton, considerata da alcuni troppo semplicistica, è stata integrata con altri parametri dando vita ad una nuova scala:

 

diagnosi clinica di diabete 

 SI              

diagnosi clinica di ipertensione

SI

ematocrito basso (< 38gr/dl) 

SI

albuminemia (< 3.5dl)

SI

temperatura corporea (< 37°)

SI

modificazione dello stato mentale nelle prime 24 ore con comparsa di confusione mentale o letargia

SI   

 

Ad ogni elemento di positività viene assegnato un punto. L'iindice di rischio è calcolato sottraendo al punteggio ottenuto con la scala di Norton quello relativo ai parametri aggiuntivi.

Valori uguali o minori di 10 sono indice di rischio elevato per la comparsa di lesioni da decubito. 

 

 

Scopri di più su https://piaghedadecubito.it/